In tutte le cucine uno degli elettrodomestici fondamentali è la cappa. Non tutti la tengono in particolare considerazione ma è importantissima. Filtra o aspira gli odori, aiuta a disperdere i vapori migliorando notevolmente l’abitabilità di un ambiente cucina o di un eventuale open space.

Hanno costi molto variabili in relazione all’estetica, alla potenza e al posizionamento. Solitamente tra le più costose si trovano le cappe da piano e quelle da isola che solitamente oltre ad annoverare estetiche particolari hanno anche ottime capacità aspiranti e contemporaneamente particolare silenziosità.

Anche le cappe a parte hanno una forbice abbastanza ampia di prezzo dipendente come già detto da fattori estetici e capacità aspiranti. Tra le cappe più diffuse troviamo quelle “a T rovesciata” in acciaio con cappello sempre in acciaio o cristallo.

Ci sono poi quelle più particolari totalmente in cristallo in varie colorazioni che sembrano più televisioni e in alcuni casi opere d’arte. Ci sono poi le cappe in finta muratura con frontali in legno, talvolta nicchie e cornici che sono dedicate generalmente alle cucine classiche.

Per chi invece ama una cucina più lineare e nel contempo desidera avere più capienza si opta per le cappe integrate all’interno dei pensili. Si tratta di una soluzione che solitamente mette d’accordo un po’ tutti, con aspirazioni buone (chiedete sempre le caratteristiche, non tutte funzionano adeguatamente), un pensile sfruttabile e un’estetica “a scomparsa”. In Italia abbiamo tra i migliori produttori di cappe, tra aziende come Elica, Faber o Falmec. Un aspetto da tenere in considerazione è la potenza della cappa in base al volume dell’ambiente in cui viene posizionata.

Chiaramente è sempre meglio mettere cappe con buone aspirazioni anche in ambienti piccoli, ma è assolutamente sconsigliabile inserire cappe con scarsa aspirazione in ambienti troppo grandi poiché risulterebbero inadeguate e poco efficaci. Altro aspetto da tenere in considerazione è l’utilizzo della cappa in modalità filtrante o aspirante. La cappa, in modalità filtrante, avrà sempre un aspirazione un po’ ridotta e necessita del cambio periodico dei filtri, ma è utile in ambienti dove non è possibile canalizzare.

Nel caso in cui ci sia la possibilità di canalizzare per uno sfogo verso l’esterno si avrà sicuramente una cappa più efficiente, con una maggiore aspirazione e una dispersione migliore di vapori e odori.

In ogni caso, per la scelta della cappa, fatevi sempre consigliare da personale esperto; nei nostri punti vendita vi guideremo nella scelta della vostra prossima cappa in base ai vostri gusti, in base allo stile della cucina e alle dimensioni dell’ambiente.

Non dimenticate poi che per tutti i suoi cliente Stosa ha riservato interessanti promozioni su una vasta gamma di cappe.

0 commenti

Scrivi un commento