Doccia o vasca da bagno?

Questa sembra esser la domanda all’eterna sfida tra relax e praticità. Ogni volta che si deve effettuare una scelta il dubbio attanaglia chiunque… la scelta, quindi, inevitabilmente condizionerà l’organizzazione e l’arredo dell’intero bagno.

Certo la cosa migliore sarebbe quella di non rinunciare a nessuna delle due alternative, ma ciò non sempre è possibile. Spazi ridotti, locali piccoli e stretti, un solo bagno a disposizione: cosa scegliere in questi casi?

Attraverso questa piccola guida ti aiuteremo a conoscere i pro e i contro di una doccia e di una vasca da bagno, in modo da darti la possibilità di fare una scelta consapevole ed intelligente considerando le tue esigenze e necessità personali, che devono sempre esser messe al primo posto!


Vasca da bagno: i pro ed i contro della scelta

Tornare a casa dopo una stressante giornata di lavoro e lasciarsi coccolare e abbandonarsi al relax con un bel bagno caldo, delle candele profumate, musica in sottofondo… Sicuramente la prima immagine che si palesa nella mente di chiunque non appena si accenna alla parola vasca da bagno.

Ma se l’idea di relax e comfort che solo un bagno caldo può regalare vi fa brillare gli occhi e vi scalda il cuore, è bene tenere in considerazione anche le caratteristiche più scomode prima di lanciarsi in una scelta affrettata che vi renderà col tempo insoddisfatti.

Una vasca da bagno è assolutamente sconsigliabile in un ambiente troppo piccolo e stretto. L’altro svantaggio è dato dal consistente consumo d’acqua e di elettricità / gas (soprattutto nel periodo invernale).

Se da un lato la vasca da bagno è la soluzione ideale se si hanno bambini, in quanto consente di lavare i più piccoli in modo agevole, non si può dire che è la soluzione da tenere in considerazione, per gli anziani o persone con delle difficoltà motorie (considerare l’idea della vasca con lo sportello).

Una delle più belle caratteristiche della vasca, soprattutto quelle con l’idromassaggio è che può esser utilizzata come arredo in tutti gli ambienti.

Il mercato oggi giorno consente di scegliere tra tantissimi tipi di vasche che differiscono per modelli e materiali utilizzati. Di fatto, si può optare per vasche da bagno di qualsiasi forma, da incasso o libere, in ceramica, plastica resistente o vari metalli che si adattano perfettamente ai propri gusti e alla struttura e all’arredamento dei locali. Ad esempio per arredamenti in stile vittoriano, art decò o primi novecento la vasca diventa un must have indispensabile, soprattutto quelle libere che poggiano sui piedini lavorati.


Doccia: i pro ed i contro della scelta.

Quando si pensa alla doccia i primi aggettivi che riaffiorano alla mente sono: praticità, velocità e salva-spazio. Una doccia è la soluzione migliore per chi spesso ha poco tempo, una vita frettolosa o vuole lavarsi in fretta, senza rinunciare ad una buona igiene personale. Di fatto, le docce, a differenza delle vasche da bagno, possono occupare davvero pochissimo spazio e quindi sono davvero la soluzione ideale per chi ha un ambiente troppo piccolo e/o stretto. Inoltre, esistono delle docce ad angolo in modo tale da risparmiare ancor di più spazio.

Ma se con la doccia si risparmia in termini di spazio, tale risparmio viene a esser reso ancor più forte da un risparmio consistente in bolletta: di solito una doccia dura all’incirca 5 minuti, ciò vi permetterà di consumare una quantità nettamente minore di acqua, corrente /gas rispetto al consumo che richiede una vasca da bagno.
Le docce sono davvero la soluzione migliore per persone anziane o con problemi di motilità, in quanto possono esser accessoriate con opportuni sedili, manici di mantenimento e strisce antiscivolo.

Molto spesso quando si parla di doccia e vasche da bagno a confronto il primo temine di paragone è dato dal comfort: le vasche da bagno sono più confortevoli rispetto alle docce. Questo è un falso mito, o almeno lo è oggi, con le più moderne tecnologie ed innovazioni nel mondo dell’elettronica sono nate le cosiddette docce vasca idromassaggio caboni arredamenti.

Si tratta di box doccia dotati di comode sedute e che sono davvero super accessoriati, permettendo opzioni di idromassaggio, bagno turco, cromo-terapia, aroma-terapia etc.. L’unica differenza con la vasca da bagno? L’impossibilità di stendersi completamente, ma per il resto un buon box doccia in tecnologia hi-tech non ha nulla da invidiare ad una vasca idromassaggio, anzi forse possiede qualche funzione relax in più.

Le docce si armonizzano bene con un arredamento moderno e dal design raffinato. Infatti, molti box doccia sono costruiti con vetri trasparenti e i piatti doccia realizzati anche su misura (con forme geometriche ricercate), che danno un tocco di stile davvero glamour al vostro bagno.

Vasca o doccia, perché scegliere se si può optare per la vasca con doccia?


Avere il totale comfort di una vasca unito alla praticità della doccia credete che possa esser solo un sogno irrealizzabile? Esiste la possibilità di installare nel vostro bagno le vasche con doccia.

Se si è già in possesso di una vasca da bagno e non si vogliono fare spese eccessive per avere la praticità di una doccia potete adottare questa soluzione: cambiare soltanto la rubinetteria, che sarà del tipo per doccia con soffione ed inserire i pannelli sopravasca.

Possono essere: in vetro temperato a due ante, di cui una scorrevole, chiudere completamente la vasca con una struttura autoportante, fissandola al muro alle due estremità laterali, con apertura scorrevole. Ancora è possibile montare sulla vasca un box doccia con ante ripiegabili e sovrapponibili che, se non vengono utilizzate, lasciano la vasca completamente aperta.

Venite a trovarci nei nostri punti vendita di Pirri e di Selargius, personale specializzato riuscirà ad arredare il tuo bagno seguendo la funzionalità e il design.

Cucine STOSA in PROMOZIONE

Cucine STOSA in PROMOZIONE

York è il perfetto equilibrio tra semplicità delle forme, eleganza dei volumi e innovazione progettuale. Ideale per arredare con design e con uno spiccato gusto garage.Modello caratterizzato dall’anta a telaio in legno impiallacciato rovere, l’anta può essere dogata con leggere incisioni o liscia. La palette cromatica in cui York è declinata racchiude finiture che lasciano intravedere la naturale conformazione del legno, che è proprio la peculiarità di York. Grazie ai numerosi accessori, dagli elementi a giorno in metallo ai nuovi scaffali in metallo, per arrivare agli innumerevoli abbinamenti con tavoli, sedie e sgabelli del marchio Stosa, York può assumere un allure più classica o contemporanea, per soddisfare i gusti di chi ama guardare al presente senza dimenticare il passato.

Maya ha linee moderne ed eleganti, sapientemente fuse con un design pratico e funzionale, capace di conquistare al primo sguardo. Il modello che integra molti sistemi d’apertura, dalla maniglia ala sistema a gola. Unisce linee forti alle forme pure e minimali. Punta contemporaneamente all’essenzialità e alla raffinatezza, uno stile che mette d’accordo tutti gli amanti del design. Si rinnova con più colori, nuove finiture e inediti abbinamenti che creano molteplici stili. Integra perfettamente il sistema “Wood”: elementi trasversali che riportano la naturalezza del legno appena tagliato e che vanno a fondersi perfettamente con lo stile moderno. Legni, tonalità decise e tinte neutre, geometrie e forme morbide: tante Maya per tutti i gusti.

Infinity è una cucina versatile che propone uno spazio dinamico e creativo. Uno stile inconfondibile che spazia da un design di ispirazione nordica a composizioni dal gusto metropolitano, abbinamenti e finiture che vanno dalle venature tipiche del legno a materiali tecnologici come Fenix ed eco-sostenibili come il PET. Soluzioni personalizzabili in base alle proprie esigenze estetiche e funzionali. La maniglia Diagonal prende il nome dalla particolare presa con gola che disegna la forma di una diagonale. Un design innovativo e un’attenta selezione di finiture e materiali trasformano l’anta della cucina nell’elemento distintivo che caratterizza l’ambiente e definisce gli spazi con il suo stile. Alternanza di chiaro e scuro, accostamento di colore ed essenza, giochi di volume e uso estetico di pieni e vuoti: il design di Infinity si caratterizza per un’attenta cura dei dettagli e si arricchisce di elementi tecnologici perfettamente integrati in una cucina che si distingue per stile e personalità.

Questi tre bellissimi modelli di Stosa cucine li potete trovare nel nostro Stosa point di Selargius.

TUTTE LE CUCINE STOSA EXPO complete di elettrodomestici SONO SCONTATE DEL 50% e 60%. Vi aspettiamo!

RESTEREMO APERTI PER TUTTA L’ESTATE 2019 (dal LUN al SAB dalle 9:00 alle 13:00 – dalle 17:00 alle 20:00)

La scelta del letto

La scelta del letto

Se per il riposo rete e materasso sono indispensabili, bisogna pensare che anche l’occhio vuole la sua parte. Nella camera da letto il complemento che ha più valenza estetica, che spesso deve valorizzare tutto l’arredamento il più delle volte neutro, è il letto.

Dalle forme più diverse, il letto ormai è declinato in tantissime varianti, per andare incontro ai gusti e alle esigenze di ognuno.

Dal legno al ferro battuto, ai letti imbottiti, grazie alla grande varietà di modelli e di possibilità di personalizzazione di ogni modello si ha la possibilità di scegliere un letto assolutamente unico che rispecchi i desideri di chi lo vive.

I più diffusi e quelli col più alto numero di personalizzazione sono sicuramente i letti moderni imbottiti; dalle forme più diverse alle funzioni integrate, possono essere personalizzati con un’infinità di tessuti, dall’ecopelle alla pelle, dai tessuti più semplici a quelli più lavorati.

I tessuti più consigliati sicuramente sono quelli antimacchia e idrorepellenti, sono facili da pulire senza dover sfoderare e lavare tutto il rivestimento.

Un prodotto sicuramente più pregiatoè la pelle, mentre l’ecopelle è un prodotto più economico, ma altrettanto duraturo, con praticità di pulizia e buona resistenza.

I letti imbottiti possono essere con contenitore (sicuramente utile) o senza, possono essere a terra con piedini più o meno alti (per consentire un agevole pulizia) o non avere giroletto, e dunque essere visivamente molto leggeri.

Il sistema alzarete può essere elettrico o manuale. Il sistema di apertura a doppia alzata manuale, azionato tramite molle a gas, che permettono di sollevare agevolmente, attraverso la maniglia di presa, rete e materasso.

Il primo movimento consente di accedere con facilità al vano contenitore, il secondo di rifare comodamente il letto.

La testiera può essere unica o divisa in due porzioni distinte regolabili in inclinazione.

La soluzione letto per gli ambienti più classici bisogna trovarla nel ferro battuto e nel legno

I letti in ferro battuto possono avere testiere più o meno elaborate, possono essere scelti con o senza testiera e hanno la possibilità di essere abbinati a delle reti motorizzate; sono disponibili in tante finiture differenti, da quelle anticate bronzo o argento fino alle colorazioni monocromatiche.

I letti in legno sono più classici e preziosi, arricchiscono di qualità e calore la camera da letto mantenendo inalterato nel tempo il loro fascino; possono avere testiere in legno lavorato o liscio, testiere imbottite e in alcuni casi anche giroletto imbottito.

Insomma, a ognuno il proprio letto, con stile e funzionalità quasi su misura.

Venite a scoprire presso i nostri punti vendita tutti i modelli di letto delle migliori aziende del panorama italiano, il nostro personale altamente qualificato vi guiderà nella scelta del vostro letto.

I MISCELATORI

I MISCELATORI

I MISCELATORI – Spesso non gli viene riservata l’attenzione che merita, eppure è un componente essenziale della vita di tutti i giorni. Parliamo del MISCELATORE da cucina, oggetto senza il quale non potremmo compiere importanti azioni quotidiane come pulire la frutta e le verdure, cucinare, lavare i piatti etc…

La scelta, quindi, non semplice deve essere fatta: sulla qualità, sui materiali, sullo stile e sullo spazio, da tenere conto di ogni dettaglio per la scelta del prodotto più idoneo e funzionale.

Fondamentale è la scelta del materiale del miscelatore da cucina, che deve garantire resistenza e igiene. Ad esempio un’ottima scelta può essere l’acciaio inox, AISI304, che assicura durabilità e proprietà antibatteriche. Molto utilizzato anche l’ ottone, soprattutto nelle cucine più classiche. O ancora il cromo, che rende il miscelatore particolarmente lucido.I più gettonati di sempre restano comunque i miscelatori in acciaio, e per un effetto ancora più brillante si può optare per la cromatura.

Dal punto di vista estetico il rubinetto deve essere scelto in modo che si coordini alla forma colori e alle dimensioni del lavello, ma soprattutto deve essere pratico e comodo da usare.

I modelli più utilizzati sono i miscelatori monocomando, che consentono un’immediata miscelazione di acqua calda e fredda rispetto ai tipi tradizionali con doppia manopola di apertura.

Un altro elemento da tenere in considerazione è l’altezza della bocca di erogazione: più è alta, più è facile riempire d’acqua i recipienti grandi. Il miscelatore può avere la canna girevole, consigliato soprattutto con i lavelli a doppia vasca, così da poter essere utilizzato indifferentemente in una o nell’altra.

A fare la differenza nei miscelatori è anche la presenza della doccia estraibile, comoda per raggiungere in modo facile qualsiasi punto del lavabo, per risciacquare al meglio e senza fatica pentole e stoviglie di vario tipo. Una delle peculiarità più significative di questo tipo di miscelatore è la lunghezza del collo: essa è decisamente superiore a quella degli altri miscelatori. Attenzione a valutare bene le proporzioni base-pensile.

Miscelatore a tripla via: due destinate all’erogazione dell’acqua calda e fredda e una all’acqua filtrata a uso alimentare, le leve comandi consentono agevolmente il passaggio dell’acqua pura e filtrata, refrigerata, naturale e frizzante, direttamente dal rubinetto della cucina. Ottima la soluzione del miscelatore sotto finestra, indispensabile per chi vuole inserire il lavello sotto la finestra, anche questi miscelatori sono disponibili in svariati modelli.

Trova il miscelatore più adatto ai tuoi gusti ed esigenze… noi sappiamo consigliarti le migliori prestazioni e marche in commercio! Ti aspettiamo.

LA SCELTA DEL LAVELLO

LA SCELTA DEL LAVELLO

Il lavello, insieme al piano cottura, sono i due elementi caratterizzanti del top cucina; possono essere scelti per spiccare sul piano cucina oppure per mimetizzarsi e andare quasi a sparire. Il lavello è un elemento funzionale ma anche estetico, alcuni preferiscono i doppia vasca, altri vasca con sgocciolatoio, altri ancora una vasca singola con varie possibilità sulla dimensione.

Sono tante le tipologie di materiali per il lavello: il classico acciaio, i sintetici composti da quarzo e resina, quelli integrati che possono essere in Quarzo, Dekton o HPL. Per quanto riguarda il lavello in acciaio le scelte tra tipologie, qualità e design sono vastissime, dalle vasche più stondate a quelle più squadrate, più o meno profonde, ci sono vari tipi di acciaio più o meno satinati e con spessori più o meno rilevanti. Un lavello Franke, per esempio, con 10/10 di spessore e un acciaio particolarmente satinato, è sempre un ottimo investimento, un lavello di qualità, duraturo e sempre piacevole da vedere.

Il lavelli in materiale composito (Fragranite e similari) sono più versatili grazie al colore a scelta che può essere abbinato al piano cucina o in contrasto, sono pratici da tenere puliti e hanno una lunga durata; sono dedicati a chi non ama l’acciaio per motivi di pulizia.

I lavelli in acciaio e quelli in materiale composito sono disponibili i tre tipologie differenti di incasso, quello sopra top, quello filo top e quello sotto top, ognuno pratico ed estetico a modo suo.

I lavelli integrati in Quarzo, Dekton e HPL sono quelli di più recente concezione e utilizzo, riprendono materiale e finitura del top,due blocchi distinti che tramite vari processi vengono fusi in un corpo unico.

La soluzione del lavello integrato è quella più moderna, di design, e se vogliamo la più pratica; abbiamo materiali sempre resistenti a calore e graffi, non assorbenti e non abbiamo nessun tipo di giunzione.

Spesso e volentieri per gusti e abitudini si opta per un determinato materiale, ma valutando le opzioni e scoprendo caratteristiche differenti si opta per un altro; si cambia per esigenze estetiche, per esigenze funzionali o semplicemente per cambiare.

Presso in nostri punti vendita potete scoprire tutte le alternative per il vostro prossimo lavello, scoprire forme, colori, materiali e finiture. Il nostro personale qualificato vi guiderà e consiglierà nella scelta del lavello giusto per voi, presentandovi alternative, caratteristiche e offerte disponibili.